FEDRA

[et_pb_section admin_label=”Sezione” fullwidth=”on” specialty=”off”][et_pb_fullwidth_post_title admin_label=”Titolo Post a Larghezza Intera” title=”on” meta=”off” author=”on” date=”on” categories=”on” comments=”on” featured_image=”on” featured_placement=”above” parallax_effect=”on” parallax_method=”on” text_orientation=”left” text_color=”dark” text_background=”off” text_bg_color=”rgba(255,255,255,0.9)” module_bg_color=”rgba(255,255,255,0)” title_all_caps=”off” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” title_font_size=”36px”]
[/et_pb_fullwidth_post_title][/et_pb_section][et_pb_section admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo” background_layout=”light” text_orientation=”left” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid”]
Elisabetta Pozzi
di Ghiannis Ritsos
Musiche composte ed eseguite dal vivo da Daniele D’Angelo
Regia di Francesco Tavassi
Monologo d’ispirazione mitologica, in cui il mito viene attualizzato e reso quanto mai vicino,umano e quotidiano, la Fedra di Ritsos, ispirata dalla figura mitologica descritta da Euripide nella tragedia Ippolito, esplora i turbamenti di una donna vittima delle proprie pulsioni e dei sensi di colpa che ne scaturiscono: un monologo intenso in cui l’attrice unisce la propria voce alle musiche, composte e eseguite dal vivo da Daniele D’Angelo. Parola, gesto e musica si fondono divenendo, nel contempo, protagonisti e narratori della tragedia.
[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sul calendario dei nostri spettacoli e sul numero di posti disponibili!

©Tutti i diritti sono riservati
Edizioni Belpaese S.r.l.s. Via Otranto n.27 - Maglie (LE) - P.Iva 04637850753.
Credits: Ruggeri&Associati Branding Digitale