TESMOFORIAZUSE – La festa delle donne

[et_pb_section bb_built=”1″ fullwidth=”on” specialty=”off”][et_pb_fullwidth_post_title title=”on” meta=”off” author=”on” date=”on” categories=”on” comments=”on” featured_image=”on” featured_placement=”above” parallax_effect=”on” parallax_method=”on” text_orientation=”left” text_color=”dark” text_background=”off” text_bg_color=”rgba(255,255,255,0.9)” module_bg_color=”rgba(255,255,255,0)” title_all_caps=”off” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” title_font_size=”36px” /][/et_pb_section][et_pb_section bb_built=”1″ admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” background_size=”initial”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text background_layout=”light” text_orientation=”left” border_style=”solid” background_position=”top_left” background_repeat=”repeat” background_size=”initial” _builder_version=”3.0.64″]
di Aristofane
con Paola Quattrini
Regia di Beppe Arena
Durante le feste delle Tesmoforie, il concilio delle donne si riunisce per decidere di condannare a morte Euripide reo di averle screditate agli occhi dei loro mariti ed amanti nelle opere che ha scritto, svelandone i trucchi e segreti. Euripide convince un suo parente, pasticcione, a travestirsi da donna e a prendere parte al consiglio per parlare in sua difesa. Ma l’uomo si fa notare e le donne, avvisate da Clistene della presenza di un intruso, lo scoprono. Questi cerca disperatamente di fuggire ma viene catturato e messo alla gogna. Euripide, travestito da mezzana, riesce infine a liberare il suo parente distraendo il vigile che gli fa da guardia, e si danno alla fuga.
[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sul calendario dei nostri spettacoli e sul numero di posti disponibili!

©Tutti i diritti sono riservati
Edizioni Belpaese S.r.l.s. Via Otranto n.27 - Maglie (LE) - P.Iva 04637850753.
Credits: Ruggeri&Associati Branding Digitale